Something of Mine

by Andrea Milana

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €5 EUR  or more

     

  • Full Digital Discography

    Get all 5 Andrea Milana releases available on Bandcamp and save 15%.

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality downloads of Polymateric, Something of Mine, Keeping It Sane, OP-1 XMAS 2013, and My Years With Fast Tracker II. , and , .

      €20.40 EUR or more (15% OFF)

     

1.
2.
3.
4.
5.
03:18
6.

about

Posted on Jan 17, 2013
source: Jimmy Stilettos Magazine

Andrea Milana’s Something of Mine is a particularly inventive album on so many levels. Here we have Andrea Milana investigating and exploring all kinds of themes from the futility of war in I’m not a soldier, to the utterly fantastic collage that is The Wings of Freedom with it’s unique delivery of meandering slide acoustic supporting Jean Michael Jarre reminiscent symphonia which we have played about two dozen times so far!

Something of Mine is a temptingly brilliant cohersion between steady beat supported piano, delightfully skilled bass work, and the Milana blessing of melody and ingenuity all blended into one very fine piece of instrumental work. The thing that makes Andrea Milana a frontier artist is his almost stubborn insistance that everything should be right for the right reasons when he really could have just put his elbow on the keys and made the album shine!

What I like about Ghosts of the Past is the catalog of sounds that have been assembled so brilliantly it makes you marvel at the technical wizardy in the sound engineering and production alone. Without Destination, on the hand, is a brilliant rhythmic adventure in strong compostion with the kind of informed electronica you’d normally have accompanied by lasers and mirrors and plasma screens and such.

Hope at Dawn is one of those tracks that makes your attention span ridiculously wide as you follow the notes all over the place and right into some kind of chasm of supersounds!

Andrea Milana’s ‘Something of Mine’ is excellence at whatever level you’re residing on and one of the wiest things you can do right now is to make immediate arrangements to have this album holding pride of place on the better half of your CD shelf!

Colin Lynch – 2009

--

source: Cubase Magazine No. 50 Nov. 2002

La musica è espressione di sentimenti, un linguaggio di comunicazione senza frontiere che va dritto al cuore di chi ascolta.
Con la musica si possono dire tante cose, si può comunicare il proprio stato d’animo, si può protestare e chiunque sarà in grado di recepire il messaggio anche se un brano è privo di parole, in questo caso saranno le note a parlare! è il caso dell’album Something of Mine composto da Andrea Milana, un lavoro del tutto personale realizzato dall’autore durante il suo servizio militare. Riportando ciò che ha comunicato l’autore: i brani di questo album vogliono esprimere la totale disapprovazione per le guerre e per la costrizione dei giovani agli obblighi di leva. Su questo concetto anche il sottoscritto è pienamente d’accordo e forse è per questo motivo che sono stato favorevolmente impressionato da questo lavoro. In effetti i brani trasmettono chiaramente l’atmosfera malinconica e rigida del mondo militare legato agli addestramenti ma soprattutto alle guerre e a tutte le atrocità connesse ad esse, esaltando allo stesso tempo il valore di libertà. In particolare il brano I’m not a Soldier (che trae spunto da The Unknown Soldier dei Doors) , un pezzo che si muove a passo di marcia dove dei soldati si apprestano a compiere una fredda esecuzione con tanto di rullo di tamburi e urla graffiate di un sergente privo di cuore che impassibile esegue soltanto ordini.

La bravura di Andrea è stata quella di aver comunicato i suoi sentimenti semplicemente utilizzando soltanto il linguaggio della musica e dei suoni, senza avvalersi di parole.

I brani, essendo ormai datati per l’autore sono stati realizzati interamente su un Pentium 2 a 300 MHz utilizzando una scheda audio Sound Blaster AWE64, Cubase VST5, Sound Forge 5 e vari strumenti virtuali come VB1, LM4, MDA Piano, Reality, Retro AS-1 e anche qualche groove, originalmente trovato nei CD di Cubase Magazine, ma opportunamente rielaborato dall’autore. Non posso esprimermi sulla qualità del sound vista la scheda audio utilizzata ma posso dire che in generale l’autore ha fatto un buon lavoro indubbiamente apprezzabile.

Non si tratta di musica di consumo ma di un lavoro forse definibile più precisamente con il termine di “opera”, visto che i brani dell’album seguono lo stesso tema quasi in maniera cronologica fino a terminare con il pezzo Something of Mine che, come lo stesso Andrea dichiara, regala speranza del domani incontaminato e prossimo dando uno spiraglio di luce tra le rovine della mente umana.

Michele Antoniou

credits

released January 1, 2001

tags

license

all rights reserved

about

Andrea Milana Italy

I define myself as a successful case of constructive dissatisfaction, which keeps me on the constant research of the right balance in my life. I love making music, videos and exploring new territories in different areas of interest, while trying to achieve a well-being and peaceful state of mind, surrounding myself with less material things as possible. Not easy; probably still 10-20 years to go… ... more

contact / help

Contact Andrea Milana

Streaming and
Download help

Redeem code